defaultElettronicarss


Titolo Consiglio: E-coupon Monclick codice sconto 6%

Visualizza tutti i Consigli di admin
Monclick - Sconto 6% su tutti i frigoriferi e congelatori - Preleva il codice promo: FRGE-MNCK-07TA

segui il link per attivare lo sconto

Titolo Consiglio: Come far diventare lil tuo vecchio televisore una smart tv

Visualizza tutti i Consigli di admin
Ormai è tutto "Smart", intelligente: il telefono, l’orologio e il televisore. Infatti si parla sempre più di Smart TV: televisori che sono in grado di collegarsi alla rete, che ci permettono di installare le app, di giocare e di guardare film on demand.

"Chiaramente per usare queste funzionalità occorre comprare un televisore adatto, con collegamento a Internet", penserete. Non necessariamente, per fortuna. Ogni televisore, volendo, può aspirare a essere intelligente. Come?

Utilizzando un mini-pc android dotato di tastiera e mouse wireless.

Segui il link per trovare prodotti a buon prezzo che ti permettono di trasformare il tuo vecchio televisore in una smart tv!

Titolo Consiglio: Autoradio multimediali da Cina e Hong Kong

Visualizza tutti i Consigli di admin
Ultimamente ebay si sta popolando sempre di più di inserzioni di sistemi multimediali per auto, tra cui autoradio doppio DIN (quelle quindi che possono essere installate solamente su auto con "il doppio foro” per l'autoradio), oppure autoradio ad 1 DIN con schermo estraibile.
Spesso questi sistemi multimediali offrono la possibilità di leggere svariati formati di file, tra cui DVD, CD, MP3, MP4, VCD, e chi più ne ha più ne metta.

Che cosa ci attira maggiormente di questi prodotti? Il prezzo.

Ultimamente ebay si sta popolando sempre di più di inserzioni di sistemi multimediali per auto, tra cui autoradio doppio DIN (quelle quindi che possono essere installate solamente su auto con "il doppio foro” per l'autoradio), oppure autoradio ad 1 DIN con schermo estraibile.
Spesso questi sistemi multimediali offrono la possibilità di leggere svariati formati di file, tra cui DVD, CD, MP3, MP4, VCD, e chi più ne ha più ne metta.

Che cosa ci attira maggiormente di questi prodotti? Il prezzo.

In effetti, un sistema simile marchiato KENWOOD, SONY, JVC, ALPINE, o di altri famosi "produttori" costa dalle 650 euro fino a 1000 euro, sfiorando addirittura i 2000 euro se provvisti di navigatore GPS.
Senza marca, o di marchi sconosciuti (ad esempio BELCANTO, TECH, o altri simili) questi prodotti vengono venduti a prezzi che oscillano dai 200 euro ai 400 massimo, quindi apparentemente può apparire un risparmio del 70% circa.

Ma non sempre è così...

Ho testato personalmente uno di questi prodotti, ordinandolo il 26 dicembre.
Generalmente questi prodotti arrivano da Hong Kong (anche se in realtà vengono prodotti in Cina).
Le spedizioni, che vengono generalmente eseguite con corrieri costano dai 45 ai 60 euro, più eventuale assicurazione (facoltativa).
A questo bisogna aggiungere spese doganali varie (circa il 30% del valore dichiarato) che variano dai 30 euro ai 90 euro, in base al valore dichiarato.
A conti fatti, si può notare che è molto facile che il costo dell'apparecchio possa lievitare facilmente di circa 100, 110 euro (media).
Pur con queste spese supplementari però, il risparmio rispetto ai marchi più blasonati rimane comunque del 50% circa.

Dov'è l'inganno? O il trucco...?

Sostanzialmente non c'è nessun inganno (a patto che l'acquisto venga fatto da un venditore serio e con buona reputazione). E non c'è neanche un vero e proprio trucco.
Come vi dicevo prima, questi prodotti vengono fabbricati in Cina, paese in cui ci sono migliaia di fabbriche che producono prodotti di questo tipo.
Da queste fabbriche si forniscono anche innumerevoli blasonate aziende, giapponesi, americane, europee, che affidano la realizzazione dei prodotti da loro progettatati a queste fabbriche, con il vantaggio di avere bassi costi di manodopera e una qualità di produzione soddisfacente. Addirittura a queste fabbriche ci si affidano anche molti marchi di auto per la produzione degli apparecchi radio installati come primo equipaggiamento.
MA ATTENZIONE! Il fatto che queste aziende producano anche per marchi famosi, o per case automobilistiche, non vuole assolutamente dire che state acquistando un prodotto con la qualità di un marchio HIGH END, ma senza il marchio e ad un prezzo superconveniente. Al mondo nessuno regala niente!
Con questo non voglio neanche dire che state acquistando un prodotto di pessima qualità, destinato a durare pochissimo tempo.
State semplicemente comprando un prodotto che vale quello che costa. Noterete che ad esempio alcuni di questi sistemi hanno uno schermo LCD da 6,5 pollici, lettore DVD, VCD, MP3, Radio, sintonizzatore TV, ingrasso USB, telecomando e via dicendo. Viene subito da pensare che un prodotto del genere abbia anche funzioni basilari comuni ormai anche alle più economiche autoradio, ma non sempre è così. Infatti, se notate uno di questi prodotti che viene venduto a 199 euro ha le funzioni sopracitate, ma gli manca una funzione ormai scontata sul nostro mercato: l’RDS EON, ossia Radio Data System, la famosa funzione che vi permette di visualizzare il nome dell’emittente sul display della vostra autoradio, che vi consente di cercare frequenze alternative in viaggio, notiziari sul traffico, ed altro.
Aggiungendo circa 50 euro ci si può aggiudicare invece un altro apparecchio simile, ma con l’RDS.
Prestate quindi sempre la massima attenzione prima di fare acquisti frettolosi, non date mai nulla per scontato e domandate sempre al venditore dubbi o informazioni.

E la qualità?

Avendone provato uno personalmente, ed essendo un appassionato del suono (non in maniera maniacale però) devo dire che la qualità audio è stata sopra le mie aspettative.
Lo stesso posso dire per la qualità di rifinitura, delle plastiche varie, dei connettori, dei cablaggi, delle schede elettroniche e della componentistica elettronica utilizzata.
Il suono a basso volume è molto dinamico, per poi appiattirsi dopo i ¾ del volume. La regolazione di bassi e alti è abbastanza omogenea, e le equalizzazioni presenti non sono molto curate. Ma ci sono.
La qualità del sintonizzatore non è delle migliori, ma neanche delle peggiori. Qualità video a livelli discreti, così come la qualità grafica del complesso.
Recentemente ho provato un multimediale marchiato ALPINE e costato più del doppio: sostanzialmente come qualità è meglio, ma non si distacca poi molto. Perchè?
Qui il discorso si fà più complesso. Per prima cosa c’è da premettere che queste fabbriche sono centri di produzione, non marchi. Quando compriamo un prodotto SONY paghiamo anche la pubblicità che questa fa, paghiamo l’imballo fatto in maniera particolare, e oggi giorno è sempre più facile trovare imballi stampati a colore, paghiamo la ricerca che quest’azienda fa per avere prodotti sempre all’avanguardia (giusto per citare alcuni esempi, il cinescopio TRINITRON, frutto di studi e di grosse quantità di denaro investito, il sistema DSL o BBE inventato da AIWA, e via dicento), paghiamo un servizio di assistenza capillare in tutto il paese, in tutto il mondo, e la possibilità di portare il nostro apparecchio a riparare, in garanzia, in tutta o quasi la Comunità Economica Europea (CEE), paghiamo il marchio CE (ne parleremo più avanti), paghiamo un design ricercato e vanzato, paghiamo un immgine del marchio, paghiamo i cataloghi che essa stampa e aggiorna...
Di conseguenza comprando un prodotto SONY (o PIONEER, o AIWA, o quello che è) compriamo un prodotto distribuito da un marchio con una certa reputazione.
Comprando un prodotto INNOMINATO compriamo un autoradio. Stop.

Ora però vi sorgerà spontanea un altra domanda: se questi produttori LOW COST producono e basta, come fanno ad avede una discreta qualità?
Semplice, copiano!
Ma non copiano comprando dalla concorrenza, smontando e analizzando (e quindi spendendo soldi in ricerca, processo che invece viene svolto da marchi blasonati). Sono infatti i grandi marchi che gli fanno vedere come sono fatti i loro prodotti.
In che senso? Nel senso che PION....., SON...., KENW...., etc, facendosi realizzare parte dei suoi prodotti dalla CIAN CIUN ELECTRONICS da anche modo a questi produttori di imparare a costruire prodotti, di imparare a conoscere cosa le gente cerca in un prodotto, di imparare a capire le linee e le mode che più vanno in quel momento.
Di conseguenza spesso potremmo trovarci con un apparecchio radio dotato di famoso MEGABASS inventato da SONY o di DSL inventato da AIWA e semplicemente chiamato LOUDNESS senza nessun tipo di pubblicità (giusto per fare un esempio).
Potremmo trovarci su un lettore CD i famosi supporti al silicone anti-vibrazione tanto pubblicizzati da PANASONIC o da KENWOOD, ma in forma completamente anonima sul nostro prosotto LOW COST.
Oppure, più semplicemente, e per completare gli altri due esempi, potrebbero usare per i loro prodotti 5.000 schermi LCD commissionati da SONY ma poi scartati per varie cause, o 3.000 delle 50.000 meccaniche CD commissionate da MATSUSHITA ELECTRIC e non utilizzate per innumerevoli ragioni (come saprete quando si manda in produzione un un alto numero di prodotti, su una commissione di 1000 pezzi non se ne fanno mai 1000 esatti, ma sempre un 10, 20% in più, valore variabile ovviamente in base al prodotto o componente).
Con questo troverete anche la spiegazione sul per come queste aziende dai prodotti LOW COST non creano una loro immagine e un loro vero e proprio marchio:

1. perchè loro creano questi prodotti in parte anche per ricavare ulteriori guadagni dai pezzi che si ritrovano in più in magazzino (e sono tanti);
2. essendo che usano questo procedimento per assemblare i loro prodotti, non possono garantire una produzione continua e/o di grandi numeri;
3. sempre per lo stesso motivo non possono offrire una garanzia internazionale (anche se loro una garanzia la offrono, ma solo presso la loro sede, esattamente come se fossero artigiani);
4. In caso di prodotti mal riusciti non hanno una reputazione da salvare, non avendo marchio, e se ce l’hanno questo viene cambiato di tanto in tanto, e i loro imballi e i loro libretti di istruzione non hanno nessun tipo di nominativo stampato su.
5. A volte i loro prodotti vengono venduti in blocco a terzi, che richiedono di metterci un nome o una fattispecie di marchio.

Tirando quindi le somme, e arrivando al dunque: come sono questi prodotti?

Dipende, dipende se paragonati a cosa. Paragonati au un prodotto di bassa qualità venduto nei supermercati europei ed italiani li preferisco, se non per l’assistenza che è praticamente inesistente (a meno che si opti per rispedirlo al mittente ad Hong Kong o in Cina).
Paragonati ad un prodotto di marca, come SONY, KENWOOD, ALPINE o altri indubbiamente sono inferiori: non c’è assistenza, le istruzioni non sono nella nostra lingua e non sono dettagliate come spesso lo sono queste ultime, la qualità sostanziale rimane comunque inferiore anche se questi prodotti alla fine potrebbero essere un concentrato di vari marchi, o meglio componenti utilizzati da vari marchi.

Consigli per coloro che decidessero di acquistare questi prodotti.

Spesso leggo feddback negativi, in cui la gente si lamenta delle tasse doganali. Lo trovo un po’ un controsenso, ed un feedback negativo immeritato per il venditore.
Se chiediamo la spedizione assicurata, il venditore è costretto a dichiarare il valore dell’oggetto, e quindi le tasse doganali saranno realitive all’importo da noi pagato.
Quando ho comprato uno di questi prodotti, l’ho fatto optanto per spedizione con DHL non assicurata.
Primo perchè è un corriere che conosco, col quale per lavoro spedisco numerose spedizioni al mese, e difficilmente perde un pacco per strada, tanto più di medie dimensioni.
Secondo perchè in questo modo il venditore ha potuto dichiarare un valore della merce più basso (85 USD) anche se questo è ILLEGALE, in quanto evadiamo le tasse.

Nel comprare questo genere di prodotti, dovete anche essere consapevoli che in caso di guasti o problemi per far valere i ns diritti di garanzia dovremmo affrontare una spedizione che può facilmente essere più cara di quella che abbiamo pagato per far giungere l’oggetto in Italia (in genere questi venditori hanno degli abbonamenti a tariffa ridotta).
Quindi attenzione, e ricordiamoci che 100 volte su 100 di fronte ad un risparmio c’è sempre un motivo!

Prossimamente voglio acquistare un cellulare Nokia dalla Cina, che viene venduto a circa 50 euro + spedizione. Avendone uno uguale originale, voglio analizzarlo e vedere se ci si trova di fronte a due prodotti usciti dallo stesso buco o di fronte ad una replice dell’altro.


( fonte - le guide di Ebay)

VAI AL NEGOZIO:

Titolo Consiglio: Pioneer propone autoradio low cost per Natale

Visualizza tutti i Consigli di admin
marchio Pioneer è da sempre sinonimo di qualità nel mondo dell’audiovisivo ed allora, un regalo di Natale low cost del brand giapponese può davvero rappresentare una lieta sorpresa. Ad esempio per coloro i quali necessitano di avere una autoradio perché la propria vettura ne è sprovvista o semplicemente perché hanno intenzione di cambiarlo, Pioneer ha lanciato una nuova serie di modelli, il più economico dei quali parte da 79 euro: si chiama Deh-1300 ed è un lettore CD compatibile con file wma marchio Pioneer è da sempre sinonimo di qualità nel mondo dell’audiovisivo ed allora, un regalo di Natale low cost del brand giapponese può davvero rappresentare una lieta sorpresa. Ad esempio per coloro i quali necessitano di avere una autoradio perché la propria vettura ne è sprovvista o semplicemente perché hanno intenzione di cambiarlo, Pioneer ha lanciato una nuova serie di modelli, il più economico dei quali parte da 79 euro: si chiama Deh-1300 ed è un lettore CD compatibile con file wma ed mp3.

Possiede un ingresso minijack, radio FM, potenza dell’amplificatore di 4×50 watt ed uscita per collegare un amplificatore per subwoofer. Il modello top, Deh–4300, costa invece 129 euro ed aggiunge ulteriori finzioni a quelle basilari, tra le quali l’ingresso usb, predisposizione per iPod ed iPhone e opzione di personalizzare i colori del display. Pioneer ha anche commercializzato qualche settimana fa lettori Blu-Ray con supporto al 3D; il più economico, BDP–430, costa 299 euro ed è compatibile con i formati video MKW, DIVX, WMV, oltre a poter leggere file mp3 e riprodurre foto in JPEG. Nel lettore saranno integrati decoder Dolby True HD e DTS Master Audio, oltre alla presa ethernet e la porta usb.


VAI AL NEGOZIO:

Titolo Consiglio: Nintendo WII sottocosto

Visualizza tutti i Consigli di admin
Puoi acquistare la Nintendo WII a 138 euro presso Esselunga fino al 12 dicembre.
Compresi WII Sports, WII Sports Resort e WII Motion Plus
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:

Titolo Consiglio: Eco incentivi 2010

Visualizza tutti i Consigli di admin
Il decreto legge n. 40/2010 del Ministero dello Sviluppo Economico ha istituito un fondo di 300 milioni di euro per gli eco incentivi 2010 a sostegno dei consumi e della ripresa produttiva che prevede l'erogazione di eco incentivi sugli elettrodomestici ai cittadini e alle imprese:

Eco incentivi elettrodomestici 2010

Elettrodomestico


Requisiti


Sconto sul prezzo d'acquisto


€ Euro

Ecoincentivi Lavastoviglie


Sostituzione di una vecchia lavastoviglie con una di classe AAA


20%


fIl decreto legge n. 40/2010 del Ministero dello Sviluppo Economico ha istituito un fondo di 300 milioni di euro per gli eco incentivi 2010 a sostegno dei consumi e della ripresa produttiva che prevede l'erogazione di eco incentivi sugli elettrodomestici ai cittadini e alle imprese:

Eco incentivi elettrodomestici 2010


Ecoincentivi Lavastoviglie


Sostituzione di una vecchia lavastoviglie con una di classe AAA


Sconto sul prezzo d'acquisto 20% fino ad un max di 130 euro

Ecoincentivi Forni ad incasso


Sostituzione di un vecchio forno elettrico con uno di classe non inferiore alla A


Sconto sul prezzo d'acquisto 20% fino ad un max di 80 euro

Ecoincentivi Piani cottura a gas


Sostituzione di un vecchio piano cottura a gas con uno dotato di valvola di sicurezza


Sconto sul prezzo d'acquisto 20% fino ad un max di 80 euro

Ecoincentivi Cucine a libera installazione con piano cottura a gas

Sostituzione di una vecchia cucina a libera installazione con una dotata di piano cottura a gas con di valvola di sicurezza e forni elettrici di classe A


Sconto sul prezzo d'acquisto 20% fino ad un max di 100 euro


Bisogna sapere che:

* Il beneficio sui beni di consumo viene concesso solo a fronte di una sostituzione di un bene corrispondente;
* Si può beneficiare dell’incentivo una sola volta per tipologia di prodotto;
* I contributi saranno erogati fino ad esaurimento dei fondi previsti per tipologia di bene;
* L’incentivo viene concesso in percentuali diverse (10% o 20%) e con limiti massimi differenti in relazione al bene acquistato;
* L'incentivo verrà applicato immediatamente, con riduzione del prezzo di acquisto del bene; L'incentivo per l'acquisto di un frigorifero di classe A+ e A++ non è previsto da questa misura poiché beneficia già del contributo previsto dalla legge 296/2006 (valido per acquisti effettuati fino al 31 dicembre 2010).
* Qualora l’ordine del prodotto sia effettuato al di fuori della fascia lunedì-giovedì dalle 9.00 alle 18.00 e venerdì dalle 9.00 alle 16.00, Unieuro.it verificherà la disponibilità incentivi nel primo giorno lavorativo utile.



La verifica della disponibilità per gli eco incentivi 2010 del contributo presso il Ministero verrà effettuato dopo la ricezione del pagamento dell'importo dell'ordine e previa verifica della documentazione necessaria.
Qualora il contributo sia indisponibile o il call center incaricato dal Ministero non rispondesse entro le 48 ore successive all’ordine del prodotto online, il cliente verrà contattato per l’eventuale annullamento dell’ordine (eccetto il caso 6 sopra, ove i nostri operatori telefoneranno al cliente il primo giorno lavorativo utile).
In questi casi Unieuro S.p.A non si assume alcuna responsabilità in caso di indisponibilità del contributo o erogazione inferiore dello stesso.

Si precisa inoltre che è inibita la possibilità di pagare con finanziamento o bonifico per i prodotti che aderiscono a tale iniziativa

Per informazioni:
- incentivi2010.sviluppoeconomico.gov.it- www.poste.it
- Call center Unieuro: 199.155.133, al costo di 12 centesimi di Euro al minuto da telefono fisso e da cellulari con costo variabile in funzione delle tariffe dei differenti operatori.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:

Titolo Consiglio: Consumi medi annuali per elettrodomestici

Visualizza tutti i Consigli di admin
Consum medi annuali
La seguente tabella aiuta a individuare in modo semplice e rapido il consumo medio annuo di energia elettrica in una famiglia.
Fonte di consumo Consumo annuo per
famiglie di 1-2 persone Consumo annuo per
famiglie di 3-4 persone
Illuminazione 300 kWh 430 kWh
Cucina elettrica 350 kWh 530 kWh
Frigorifero 328 kWh 440 kWh
Congelatore 360 kWh 600 kWh
Lavatrice 130 kWh 280 kWh
Asciugabiancheria 200 kWh 410 kWh
Lavastoviglie 190 kWh 350 kWh
Televisore, apparecchi audConsum medi annuali
La seguente tabella aiuta a individuare in modo semplice e rapido il consumo medio annuo di energia elettrica in una famiglia.
Fonte di consumo Consumo annuo per
famiglie di 1-2 persone Consumo annuo per
famiglie di 3-4 persone
Illuminazione 300 kWh 430 kWh
Cucina elettrica 350 kWh 530 kWh
Frigorifero 328 kWh 440 kWh
Congelatore 360 kWh 600 kWh
Lavatrice 130 kWh 280 kWh
Asciugabiancheria 200 kWh 410 kWh
Lavastoviglie 190 kWh 350 kWh
Televisore, apparecchi audio e video, PC 260 kWh 320 kWh
Piccoli apparecchi elettrici 450 kWh 660 kWh
Pompa di calore per impianti di riscaldamento centrali e autonomi
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:

Titolo Consiglio: Tabella consumi elettrodomestici

Visualizza tutti i Consigli di admin
Gli elettrodomestici sono divisi in classi di consumo a seconda della loro efficienza.
Le classi sono identificate dalle lettere da A (consumo bassi) fino a G (consumi alti).
Esempio di un frigorifero (200 lt. frigo e 100 lt. congelatore)



Classe A - 320 Kwh/anno
Classe B - 410 Kwh/anno
Classe C - 520 Kwh/anno
Classe D - 560 Kwh/anno
Classe E - 660 Kwh/anno
Classe F - 750 Kwh/anno
Classe G - 890 Kwh/anno
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto:





Titolo Consiglio: Detrazione fiscale sui televisori digitali

Visualizza tutti i Consigli di admin
Il consumatore che acquista nel 2007 un televisore digitale potrà detrarre nell'IRPEF 2008 una parte del costo del televisore. La detrazione fiscale è stata introdotta con decreto del ministero delle Comunicazioni del 3 agosto 2007, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 22 settembre scorso. Il provvedimento è applicato soltanto agli utenti in regola con l'abbonamento ed entro un limite massimo di detrazione fiscale di 200 euro. All'origine dell'iniziativa il sostegno della Commisione europea per l'abbandono della radiodiffusione televisiva terrestre (detta 'analogica') verso un sistema digitale, che migliorerà e amplierà l'accesso allo spettro delle frequenze radiotelevisive in Europa. La detrazione fiscale si pone come obiettivo il rinnovo del parco dei televisori in vista della transizione normativa al digitale. Rispetto agli attuali apparecchi televisivi, quelli con sintonizzatore digitale integrato riescono a interpretare il segnale tv digitale senza necessità di possedere un convertitore esterno. Le caratteristiche dei televisori che possono beneficiare del bonus fiscale sono definite in modo da garantire il rispetto del principio di neutralità tecnologica e di compatibilità con tutte le piattaforme esistenti, così recita l'art. 1, comma 361, della legge finanziaria 2007. Per beneficare dell'agevolazione l'acquisto dell'"apparecchio televisivo" deve essere stato effettuato nel periodo compreso dal 1° gennaio al 31 dicembre 2007. Sono ammessi all'agevolazione le seguenti tipologie di apparecchi: decoder, televisori, videoregistratori. L'elenco per tipologia degli "apparecchi televisivi" per i quali si può ottenere l'agevolazione è pubblicato sul sito www.comunicazioni.it
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto:





Titolo Consiglio: Elettrodomestici e risparmio energetico

Visualizza tutti i Consigli di admin
Ecosostenibilità e risparmio energetico sono senza dubbio due temi molto caldi.

Lo dimostra il fatto che sono sempre di più i forum, i portali ed i Blog che nascono sull’argomento.

Perché é così importante parlarne?

Innanzitutto perché il nostro sistema energetico è molto lontano da quella che può essere definita ecosostenibilità. La gran parte dell’energia arriva dalla combustione fossile (petrolio, gas naturale e carbone) che surriscalda l’atmosfera terrestre ed é destinata prima o poi ad esaurirsi.

E allora non é ovvio prestare sempre più attenzione al risparmio energetico, sia a livello individuale che collettivo?

A proposito di risparmio individuale alcuni piccoli accorgimenti ci possono far risparmiare soldi ed energia con evidenti impatti sul consumo globale.

Innanzitutto il mercato offre un’ampia gamma di prodotti tecnologicamente avanzati che permettono di economizzare energia.

Qualche consiglio per l’acquisto…

1) Lavatrice.
C’é il lavaggio “a pioggia” che sottopone gli indumenti ad una duplice azione di spruzzo dall’alto con acqua e detersivo.
C’é anche il riuso dell’acqua di lavaggio che viene riciclata nella vasca.
Se si diminuisce la quantità d’acqua occorrente all’intero ciclo di lavaggio si risparmia energia per portare l’acqua a temperatura e si spreca meno detersivo.

2) Lavastoviglie. E’ meglio preferire i modelli che permettono di effettuare cicli ridotti o rapidi. Così facendo si risparmia fino al 60%. Leggete prima la scheda tecnica sono da preferire i valori tra 1,4 e 1,8 Kw/h. Accertatevi che l’elettrodomestico abbia il marchio di qualità e quello europeo di risparmio energetico.

3) Frigorifero e congelatore. Domanda: meglio il 4 stelle ed il 3 stelle che possono congelare alimenti freschi, conservare surgelati fino ad un anno lavorando ad una temperatura che arriva a –18°C, il due stelle può conservare surgelati fino ad un mese e lavora a –12°C, oppure ad una stella che lavora a –6°C e conserva fino ad una settimana?
Esistono sul mercato frigoriferi “ecologici” che risparmiano energia e rispettano l’ambiente, presentando un doppio isolamento ed il 50% di gas freon in meno.
Consiglio: mettete il frigo lontano da fornelli, termosifone e finestra lasciando uno spazio di almeno 10 cm tra parete ed apparecchio in modo da garantire la necessaria ventilazione.
Meglio mettere il termostato su posizione intermedia.
Lasciate un pò di spazio tra cibi e pareti interne; non mettete mai cibi caldi e non lasciate mai aperta la porta del frigo anche se è solo per un attimo.
La manutenzione è molto importante.
Ricordatevi che il congelatore deve essere sbrinato quando lo spessore del ghiaccio supera i 5-6 mm.

4) Forno. Meglio il Microonde, il combinato oppure il forno elettrico?
Il primo senz’altro é da preferire in termini di riparmio di tempo ed energia mentre i forni statici elettrici e a gas consumano certamente di più.
Ed allora?
Qualche piccolo accorgimento può venire in aiuto.
Tipo evitare di aprire il forno a meno che non sia indispensabile.
Non tenerlo acceso fino a cottura ultimata, spegnendolo un po’ prima si ottiene lo stesso risultato.
Pulire sempre ad ogni utilizzo, questo vale soprattutto per i microonde.

5) Scaldabagno. Per quelli elettrici due piccoli é meglio di uno solo grande (uno per la cucina l’altro per il bagno).
Col timer si evita che lo scaldabagno resti acceso quando non serve.
Regolare il termostato sui 40°C in estate (60°C in inverno).
Inserire un miscelatore sullo scaldacqua perché elimina dispersione di calore dalle tubazioni al rubinetto.
Meglio mettere lo scaldabagno vicino al punto di utilizzo.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto:





Titolo Consiglio: Quando cambiare il frigorifero

Visualizza tutti i Consigli di admin
Un frigorifero ha una vita media di circa dieci anni. Nella grande maggioranza dei casi si provvede alla sua sostituzione nel momento in cui si guasta in modo irreparabile. A prima vista questo comportamento può sembrare razionale ma non è così. Ci sono diverse ragioni pratiche per provvedere alla sostituzione del vecchio frigorifero prima del tempo.

Classe energetica del frigorifero
La prima ragione è nella classe energetica. I vecchi frigoriferi consumano di più rispetto a quelli nuovi. Ad esempio, un frigorifero di classe G che consuma mediamente in un anno 100 euro di corrente può essere sostituito da un frigorifero moderno di classe A++ e risparmiare in bolletta circa 80 euro ogni anno. Se avete un vecchio frigorifero di classe D o superiore, con più di 5 anni di vita, è consigliabile procedere alla sua sostituzione.

Promozioni e sconti sul prezzo del nuovo frigorifero
La seconda ragione verte sulla possibilità di beneficiare delle promozioni e di sconti. Nel momento in cui subite il guasto del frigorifero, spesso accade d'estate o alle prime giornate molto calde, la vostra prima preoccupazione sarà di sostituire il vecchio frigorifero con uno funzionante. Non badere quindi al prezzo ma soprattutto alla velocità della consegna. Decidendo di sostituire il vecchio frigorifero quando è ancora funzionante, potrete scegliere meglio cosa acquistare e sfruttare le promozioni che periodicamente le grandi catene di distribuzione praticano nel settore degli elettrodomestici.

Ritiro del vecchio frigorifero
La terza ragione è il ritiro del vecchio frigorifero. Pochi badano a questo aspetto. Il vecchio frigorifero non può essere gettato via come un normale rifiuto, bensì deve essere consegnato ai centri di smaltimento locali. In molti casi la consegna è a carico di chi deve smantirlo, con conseguente costo in termine di tempo e di trasporto del rifiuto ingombrante. Al momento dell'acquisto potrete invece trattare il ritiro gratuito del vecchio frigorifero da parte di chi vi consegnerà il nuovo. Nessun venditore si tirerà indietro dal concedervi questo favore gratis, pur di concludere la vendita. Ovviamente dovete chiederlo voi, esplicitamente, prima di acquistare il nuovo frigorifero e ponendola per iscritto nell'ordine prima di firmarlo.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto:





Titolo Consiglio: Software antivirus gratuiti

Visualizza tutti i Consigli di admin
La competizione tra le software house che producono programmi antivirus è diventata forte al punto che per non rischiare di uscire dal mercato, sempre più spesso i vendor scelgono di distribuire una versione gratuita del proprio programma antivirus.
Si tratta sempre di versioni che offrono un insieme ridotto di funzionalità ma che comunque il più delle volte vanno più che bene per l’utente privato medio.

Ecco la classifica del sito nothing2hide.net che elenca in ordine di importanza alcuni tra i migliori antivirus gratuiti in circolazione:

AVG Free
E’ probabilmente il miglior antivirus free esistente: è facile sia da installare che da configurare e gli aggiornamenti vengono rilasciati con frequenza quasi giornaliera. Degno di considerazione è il fatto che la Grisoft, ovvero la casa produttrice, ha iniziato a distribuire gratuitamente anche altri due prodotti finalizzati alla protezione e sicurezza:
AVG Anti-Spyware e AVG Anti-Rootkit.
I software free distributiti dalla Grisoft possono essere utilizzati sono da utenti privati su singolo computer e non a scopo commerciale.

ClamWin
ClamWin è basato su ClamAV, un popolare antivirus open-source originariamente pensato per ambienti UNIX. Viene distribuito con licenza GPL e di conseguenza anche in questo caso va benissimo per l’utilizzo personale e non commerciale. L’interfaccia grafica è abbastanza spartana e la funzionalità di cui si sente maggiormente la mancanza è senz’altro quella della scansione automatica del sistema: attualmente viene fornita solo la funzionalità di scansione manuale dei files.

PC Tools Anti-Virus 3.1 Free Edition
Relativamente alle funzionalità fornite è molto simile ad AVG: fornisce la possibilità di effettuare scansioni manuali, automatiche e schedulabili. Lo rende sicuramente interessante il fatto che la licenza non inpone vincoli sull’utilizzo commerciale, per cui può rivelarsi un prodotto adatto anche per le aziende medio-piccole.

A-squared Free
Incorpora le funzionalità di antivirus, spyware e rootkit remover: un po’ come la somma dei 3 prodotti free distribuiti da Grisoft. Interessante il fatto che gira praticamente su tutti i sistemi Windows a partire fin da Windows 98.
La licenza ne consente solo l’utilizzo privato.

AVAST 4 Home Edition
E’ probabilmente il prodotto più completo in quanto fornisce protezione anche da attacchi attraverso reti P2P o attraverso Instant Messaging. Il problema però è che i termini di licenza sono molto restrittivi per cui non può essere utilizzato neanche presso istituzioni non commerciali, ma solo ed esclusivamente a livello home.
Viene distribuito per tutte le versioni di Windows a partire da Win98 a Windows Vista; sono inoltre supportate anche le versioni a 64 bit del sistema operativo.

Avira AntiVir PersonalEdition Classic
Vanta 15 milioni di utenti in tutto il mondo e offre una protezione di base che non prevede il controllo delle email o la protezione contro gli spyware. Viene distribuito per tutte le versioni di Windows a partire da Win98 a Windows Vista.

BitDefender 8 Free Edition
La versione free di BitDefender fornisce solo la funzionalità di scansione manuale del filesystem, anche se esiste la possibilità di effettuarne la schedulazione.

Google Pack
Google Pack fornisce un’insieme di ottimi tools gratuiti finalizzati ad ottenere la massima produttività dal proprio computer. Inizialmente tra i tools forniti vi era un’ edizione speciale di Norton Antivirus 2005 che di recente è stata sostituita con
Norton Security Scan di Symantec e PC Tools Spyware Doctor di PC Tools.
Non viene offerta una protezione “live” per cui questi tools vanno utilizzati ed intesi come sistemi di protezione “on-demand” o funzionanti su schedulazione.

TrendMicro HouseCall
La particolarità di questo servizio è che funziona interamente online. Non è necessaria l’installazione di alcun software sul proprio PC: su tratta di un antivirus web based che viene fornito sia come ActiveX che come applet Java, quindi per funzionare necessita solo di un browser e di una connessione Internet.
Chiaramente l’apsetto probabilmente più negativo è relativo alle performances di scansione che sicuramente sono molto peggiori di quelle che si possono ottenere con un tool installato sul PC.

VCatch Basic Version 5
E’ forse il meno conosciuto tra tutti quelli elencati finora: si tratta di un antivirus di dimensioni molto ridotte (appena 1.9 MB) che fornisce una protezione di base che comunque include anche il supporto contro gli attacchi attraverso reti P2P.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto: