defaultVeicolirss


Titolo Consiglio: Servizio gratuito di Assistenza Incidenti solo per i nostri clienti

Visualizza tutti i Consigli di admin
Una grande novità per te da Genialloyd: da oggi è attivo l’esclusivo Servizio di Assistenza Incidenti gratuito e riservato a tutti gli assicurati Genialloyd.

Per garantirti la massima tranquillità e assistenza, in caso di sinistro potrai contattare un nostro Esperto Incidenti disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che ti seguirà per ogni eventualità.

L’Esperto Incidenti ti suggerirà quando chiamare i servizi di emergenza o le autorità, chiarirà ogni dubbio su come compilare la constatazione amichevole o ti dirà cosa fare se l’altra parte non vuole compilarla e se ne hai bisogno ti metterà in contatto con il servizio di Soccorso Stradale.

Il Servizio di Assistenza Incidenti è sempre disponibile al numero verde 800 99 88 11 o tramite la nostra nuova App: se hai uno smartphone, scaricala subito gratuitamente (clicca qui), così oltre ad avere sempre con te il link diretto all’Esperto Incidenti e al Carro Attrezzi, avrai un aiuto concreto per fare la denuncia del sinistro, una sezione dove memorizzare le foto dell’incidente e della constatazione amichevole e l'elenco delle carrozzerie convenzionate più vicine a te.

Scopri nel dettaglio cosa fa l’Esperto Incidenti con il video dedicato: clicca qui.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA: bitly.com/confrontaassicurazioni

Titolo Consiglio: Polizze auto in Italia tra le più care d’Europa

Visualizza tutti i Consigli di admin
In Italia le RC Auto sono le più care e secondo l’Antitrust il costo medio del premio è più del doppio di quello di Francia e Portogallo, mentre supera quello tedesco dell’80% circa e quello olandese di quasi il 70% e crescono più velocemente rispetto ai principali paesi europei.

Nel dettaglio
L’antitrust ha condotto un’indagine lo scorso 6 febbraio dichiarando che i prezzi dei premi in Italia sono cresciuti dal 2006 al 2010 quasi del doppio rispetto alla zona euro e quasi triplicati rispetto In Italia le RC Auto sono le più care e secondo l’Antitrust il costo medio del premio è più del doppio di quello di Francia e Portogallo, mentre supera quello tedesco dell’80% circa e quello olandese di quasi il 70% e crescono più velocemente rispetto ai principali paesi europei.

Nel dettaglio
L’antitrust ha condotto un’indagine lo scorso 6 febbraio dichiarando che i prezzi dei premi in Italia sono cresciuti dal 2006 al 2010 quasi del doppio rispetto alla zona euro e quasi triplicati rispetto a quanto è avvenuto in Francia.

Cause
Perché in Italia i premi sono tra i più cari? Una delle ragioni sta nel fatto che in Italia il numero dei sinistri è più elevato rispetto a quanto avviene nel resto d’Europa e anche la frequenza degli incidenti è quasi il doppio di quella in Francia e in Olanda e supera di circa il 30% quella in Germania. Per quanto riguarda il costo medio dei sinistri, in Italia il costo medio degli incidenti supera quello della Francia di circa il 13%, quello della Germania di oltre il 20% ed è più del doppio di quello del Portogallo.
Nonostante ciò, in Italia il numero dei furti è minore rispetto ad altri Paesi, ad esempio risulta essere di quattro volte inferiore rispetto a quelli riscontrate in Gran Bretagna e metà di quelle in Francia.

Soluzione
Quali soluzioni possibili per poter diminuire i costi delle polizze auto? Secondo l’antitrust per diminuire i costi delle polizze auto bisognerebbe riformare il sistema del risarcimento diretto e introdurre nuovi modelli contrattuali finalizzati al controllo dei costi per ridurre i premi. Facilitare la mobilità tra una compagnia e l’altra, introducendo sistemi di confronto semplici e rivedendo il meccanismo delle classi di merito interne.

Profilo
I premi per la RC Auto sono cresciuti dal 2006 al 2010 a tassi piuttosto significativi per quasi tutti i profili di assicurato, sia maschi che femmine. I pensionati con vetture di piccola cilindrata, i giovani con ciclomotori e i quarantenni con i motocicli sono le categorie di assicurati per le quali i premi sono aumentati in gran parte delle province incluse nel campione analizzato.

Dove?
Le province nelle quali sono stati riscontrati gli aumenti più significativi sono localizzate nella gran parte dei casi nel Centro-Sud Italia; tali province si caratterizzano, infatti, per una crescita dei premi superiore a quella riscontrata nel Nord Italia. Si riscontrano, infatti, punte di aumento dei premi in un anno che hanno raggiunto anche il 35-40%, come è avvenuto per l’assicurazione dei motocicli, e nell’ordine del 10-30% per i rimanenti profili di assicurato.

Niente assicurazione
I costi eccessivamente elevati delle polizze hanno portato addirittura 4 milioni di persone a non assicurare la propria vettura. “La Rc auto è in Italia una vera e propria emergenza, al punto che ormai molti cittadini scelgono di non assicurare la propria autovettura, non potendo permettersi tariffe abnormi”: lo afferma il Codacons, calcolando che sulle strade italiane circolano oggi tra i 3,5 e i 4 milioni di automobili sprovviste di copertura assicurativa.

Fonte FTAOnline




Puoi continuare a risparmiare con noi e Directline

Puoi confrontare il tuo preventico con quello di Directline

Puoi avere 2 mesi di polizza auto gratis se:

- acquisti la polizza su internet
- includi la garanzia infortuni conducente per auto
- paghi con carta di credito in un'unica soluzione almeno 7 giorni prima della scadenza della tua polizza.


Con Direct Line ti assicuri con la migliore RC Auto
per la soddisfazione clienti.

Utilizza il link seguente per accedere alla promozione:
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA: bitly.com/confrontaassicurazioni

Titolo Consiglio: Cambiamo le regole per la disdetta dell' assicurazione auto

Visualizza tutti i Consigli di admin
Dal 1 gennaio 2013 è stato abolito il tacito rinnovo sulle assicurazioni Rc auto ma resta la garanzia assicurativa per 15 giorni dalla scadenza della polizza.

Lo prevede un emendamento al decreto legge Sviluppo ( Dl 179/2012 ) che permette così al contraente di stipulare una nuova polizza.

COSA CAMBIA DAL 1 GENNAIIO 2013

Il nuovo art. 170-bis abolisce le clausole di tacito rinnovo del contratto di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile per veicoli a motore e natanti, e deglDal 1 gennaio 2013 è stato abolito il tacito rinnovo sulle assicurazioni Rc auto ma resta la garanzia assicurativa per 15 giorni dalla scadenza della polizza.

Lo prevede un emendamento al decreto legge Sviluppo ( Dl 179/2012 ) che permette così al contraente di stipulare una nuova polizza.

COSA CAMBIA DAL 1 GENNAIIO 2013

Il nuovo art. 170-bis abolisce le clausole di tacito rinnovo del contratto di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile per veicoli a motore e natanti, e degli eventuali contratti stipulati in abbinamento.

Decade quindi la precedente regola del "silenzio-assenso": il contratto di RC auto non potrà avere una durata maggiore a 12 mesi e non potrà essere implicitamente rinnovato alla scadenza. Eventuali clausole che contrastano con le nuove disposizioni saranno nulle, per avvantaggiare l’assicurato.

Fino ad oggi, chi era assicurato con una compagnia tradizionale doveva mandare una raccomandata di disdetta entro 15 giorni dalla scadenza della polizza, altrimenti scattava in automatico il rinnovo per un altro anno, che poteva essere disdetto solo dietro il pagamento di una penale. Con la nuova legge, anche le compagnie tradizionali si allineano con le assicurazioni telefoniche e online: alla scadenza del contratto, il rinnovo potrà avvenire solo dietro consenso esplicito dell’assicurato.




Puoi continuare a risparmiare con noi e Directline

Puoi confrontare il tuo preventico con quello di Directline

Puoi avere 2 mesi di polizza auto gratis se:

- acquisti la polizza su internet
- includi la garanzia infortuni conducente per auto
- paghi con carta di credito in un'unica soluzione almeno 7 giorni prima della scadenza della tua polizza.


Con Direct Line ti assicuri con la migliore RC Auto
per la soddisfazione clienti.

Utilizza il link seguente per accedere alla promozione:
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA: bitly.com/confrontaassicurazioni

Titolo Consiglio: Rc-Auto: via al confronto sul caro-polizza

Visualizza tutti i Consigli di admin
Negli ultimi quindici anni il mercato della RC-Auto ha perso la bussola, registrando aumenti vertiginosi delle polizze. Dopo numerose proteste da parte dei consumatori e ripetuti rilievi provenienti dall’Isvap (l’istituto che vigila sulle assicurazioni), finalmente si è mosso qualcosa e il nuovo ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, ha indetto nella giornata di domani (4 gennaio 2011) una riunione in cui si affronterà la questione.

Ospiti al ministero saranno la stessa Isvap e l’Ania (l’associazione che raggruppa le compagnie assicuratrici), con le associazioni dei consumatori deluse per non essere state convocate a discutere le proposte avanzate dall’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private (Isvap) per ridurre le polizze auto del 15-18%.


Documento al vaglio
Dopo un anno (il 2010) in cui il premio previsto per il profilo di automobilista più diffuso nel nostro Paese (il guidatore quarantenne) è cresciuto del 10%, che il 2011 inizi alla luce di questo incontro pare già un grande progresso.

Nelle sale del ministero verrà finalmente preso in considerazione il documento contenente le proposte per porre fine al caro-polizza elaborato dall’Isvap nei mesi scorsi e già presentato al governo. Secondo l’Istituto sarebbe possibile portare le tariffe Rc Auto a una riduzione del 15-18% per mezzo di un’efficace azione di contrasto alle frodi, rivedendo il sistema di indennizzo diretto, nonché intervenendo sui meccanismi di rimborso delle lesioni fisiche e sul tacito rinnovo.


Consumatori esclusi e scontenti
C’è qualcuno, però, che non si accontenta del passo avanti fatto dal ministro e chiede un ulteriore sforzo: le associazioni di consumatori, che dopo essere state vittime dei continui rincari decisi dalle compagnie non accettano di venire escluse dal confronto sulle soluzioni del problema.

Per bocca del proprio presidente, Carlo Pileri, l’Adoc ha invitato il ministro Romani a coinvolgere anche i consumatori nella discussione: “Romani non può pensare di affrontare un problema importante e complesso come il caro Rc auto ascoltando solo le compagnie”.

Escludere i consumatori dal confronto, infatti, significherebbe secondo l’Adoc condannare qualsiasi iniziativa al fallimento, giacché l’associazione per la difesa dei consumatori ritieni poco utili e incisive le iniziative anti-rincari pensate dall’Isvap.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:

Titolo Consiglio: Legge Bersani 40/2007 : usare classe di merito di familiare

Visualizza tutti i Consigli di admin
Grazie alla Legge Bersani, se desideri acquistare un’auto (nuova o usata) puoi stipulare la polizza beneficiando della classe di merito più bassa maturata da un altro veicolo assicurato che sia di tua proprietà o di un tuo familiare convivente.

Ad esempio, il figlio neopatentato, anziché partire dalla classe di ingresso 14, può assicurare la propria nuova auto usufruendo della classe bonus/malus del padre, anch’egli proprietario di un’auto regolarmente assicurata. La stessa cosa può fare la moglie che acquista un’auto per sé e adotta la classe bonus malus del marito.

Queste le condizioni per usufruire della Bersani (legge 40/2007):

* la polizza del veicolo del quale si vuole ottenere la classe di merito deve essere attiva
* il proprietario del nuovo veicolo da assicurare e di quello già assicurato devono coincidere, oppure il veicolo di cui si vuole adottare la classe deve essere intestato a un parente convivente (padre, madre, fratello etc., risultanti dallo stato di famiglia)
* il nuovo veicolo da assicurare e quello già assicurato devono entrambi essere intestati ad una persona fisica
* il nuovo veicolo da assicurare e quello già assicurato devono appartenere alla stessa tipologia (entrambi auto o entrambi moto, non un’auto e una moto)
* il nuovo veicolo da assicurare può essere usato o nuovo, in ogni caso di nuova proprietà
* il nuovo veicolo deve essere assicurato per la prima volta da chi intende usufruire della Legge Bersani

In fase di preventivazione, sarà sufficiente selezionare “Prima assicurazione per un’auto nuova con Decreto Bersani” oppure “Prima assicurazione per un’auto usata con Decreto Bersani” e compilare i campi successivi con i dati riferiti alla polizza di cui vuoi ottenere la classe.

Per completare la procedura, sarà infine necessario inviare, oltre alla normale documentazione, anche il duplicato dell'attestato di rischio di cui si adotta la classe (il proprio o del familiare convivente) e lo stato di famiglia.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA: bitly.com/confrontaassicurazioni

Titolo Consiglio: RC Auto "fai da te" - cresce il mercato dei broker on line

Visualizza tutti i Consigli di admin
n tema di Rc auto o moto agli italiani piace essere indipendenti e gestire da se stessi le pratiche relative alle polizze assicurative. Questo è quanto rivela una ricerca condotta da Ipso per conto di «6sicuro», sito specializzato nel confronto e nella vendita di Rc auto o moto.

Ci sentiamo esperti

Con 1071 interviste telefoniche a un campione rappresentativo della popolazione italiana, la ricerca ha evidenziato come l'82% degli italiani si occupi personalmente della gestione e del rinnovo deIn tema di Rc auto o moto agli italiani piace essere indipendenti e gestire da se stessi le pratiche relative alle polizze assicurative. Questo è quanto rivela una ricerca condotta da Ipso per conto di «6sicuro», sito specializzato nel confronto e nella vendita di Rc auto o moto.

Ci sentiamo esperti

Con 1071 interviste telefoniche a un campione rappresentativo della popolazione italiana, la ricerca ha evidenziato come l'82% degli italiani si occupi personalmente della gestione e del rinnovo della propria polizza assicurativa. Più del 50% degli italiani, infatti, si ritiene competente in materia di assicurazioni, tanto è vero che il 70% degli intervistati afferma di conoscere l'esatto significato di termini tecnici come premio, massimale, bonus malus e franchigia.

Poca cura nella scelta

La sedicente competenza degli italiani, però, non è tanta da convincerli a una scelta oculata della polizza assicurativa. Solo nel 26% dei casi, infatti, gli intervistati hanno dichiarato di confrontare offerte diverse prima di compiere la scelta, mentre il restante 74% del campione ha affermato di rimanere legato alla propria compagnia, senza valutare offerte alternative.

Cresce l'online

Anche tra quanti gestiscono direttamente la polizza cresce l'apprezzamento per i servizi offerti dai broker assicurativi online. Il favore verso questo strumento cresce soprattutto in virtù della possibilità che offre di comparare e ricercare il profilo assicurativo più confacente al caso. L'85% di quanti gestiscono direttamente la polizza ha visitato almeno un sito di brokeraggio online. Metà del campione intervistato, tuttavia, continua a ritenere il confronto tra diverse polizze un'inutile spreco di tempo e fatica.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto:





Titolo Consiglio: Risparmiare acquistando l'auto in USA

Visualizza tutti i Consigli di admin
Ciò che si sta verificando è che un numero crescente di automobilisti europei si reca in America per acquistare le autovetture e portarle in Europa. Per la maggior parte sono tedeschi che hanno capito come la deregulation americana nel mercato delle automobili sia in questo momento una fase da sfruttare per comprare e importare in Europa. Infatti l’eliminazione delle restrizioni per incoraggiare il mercato permette anche di comprare le automobili on line, attraverso procedure semplici e veloci con un risparmio del 30% sui prezzi europei.

Perché conviene comprare negli Stati Uniti

In questo momento in America l’economia è debole, le famiglie sono in debito per la crisi dei mutui subprime e la compravendita del mercato delle automobili è in calo. Così molti rivenditori pur di vendere le automobili, abbassano i prezzi. Il risultato è che per il cliente europeo, i prezzi delle vetture d’importazione europee risultano negli Stati Uniti spesso molto più vantaggiosi rispetto all’Europa.

Quali marche: alcuni esempi

Le marche di auto che conviene comprare sono quelle europee. Ecco di seguito alcuni esempi di risparmio che si può ottenere se si acquista una vettura europea negli Stati Uniti anziché in Europa:

* Porsche Boxter: negli Stati Uniti si vende a soli 46 mila dollari (29.500 euro),
* Mercedes 350 cabrio, con tutti gli accessori e le tasse americane, viene a costare, nuova, non più di 85 mila dollari (55 mila euro).
* Volvo XC70 del 2007 o una Bmw X3 SUV del 2006, entrambe a soli 27 mila dollari (27.500 euro).

La legge

Per evitare il “Grey market”, le aziende produttrici europee impongono delle restrizioni: l’importatore americano di vetture tedesche, per esempio, se un turista dell’Unione Europea non residente negli Stati Uniti gli chiede di vendergli una vettura nuova per portarla in Europa, è obbligato dal suo contratto a dire di no, e se trasgredisce va incontro a delle sanzioni. E' possibile però importare le vetture in Europa attraverso un intermediario non europeo.

Altro canale d’acquisto per comprare le auto a meno prezzo è Internet: infatti una ricerca on line su tutti i rivenditori d’america permette di trovare un veicolo in ottimo stato a prezzi competitivi.
Gli americani si sa, sono amanti dei fuoristrada, ma con il prezzo della benzina salito alle stelle il mercato dei 4x4 americani ha avuto un’inflazione mentre si impenna quello dei fuoristrada italiani: 4x4 europei come Mercedes, Range Rover, Volvo e Porsche Cayenne hanno dei costi davvero ridicoli se paragonati a quelli europei. (Volvo XC70 del 2007 o una Bmw X3 SUV del 2006, entrambe a soli 27 mila dollari (27.500 euro).
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto:
admin




Titolo Consiglio: Rimborso Tassa Auto Regione Lombardia

Visualizza tutti i Consigli di admin
Il rimborso della tassa automobilistica regionale di proprietà è previsto per i seguenti casi:

Doppio pagamento per lo stesso veicolo e per la stessa scadenza
Pagamento non dovuto (es. pagamento su targa diversa da quella per cui si sarebbe dovuto fare il versamento)
Pagamento eccessivo (l'importo versato è superiore al dovuto)
Pagamento effettuato a favore di regione diversa da quella di residenza, nel caso in cui sia stato effettuato anche il versamento corretto
Pagamento con errata indicazione della scadenza, nel caso in cui sia stato effettuato anche il versamento corretto
Furto del veicolo
Demolizione del veicolo
Esportazione all'estero del veicolo.
Nei casi di furto, demolizione o esportazione definitiva all'estero di un veicolo è possibile richiedere il rimborso della tassa automobilistica versata. L'importo riconosciuto e' calcolato in dodicesimi, corrispondenti ai mesi di mancato possesso del veicolo, purchè l'evento si sia verificato almeno trenta giorni prima della scadenza del periodo per cui il pagamento della tassa è stato effettuato.
Si precisa che per quanto riguarda il furto o l'esportazione all'estero affinché sia riconosciuto il diritto al rimborso, è necessario che siano state presentate al Pubblico Registro Automobilistico le relative formalità. In alternativa al rimborso, nella maggior parte dei casi, è possibile richiedere la rettifica dei dati che sono stati erroneamente indicati in sede di pagamento della tassa automobilistica contattando il call center ACI al numero 199.72.76.76 (numero valido solo per chiamate da telefoni fissi).
Ai fini della presentazione della richiesta di rimborso, si consiglia di utilizzare i moduli predisposti da Regione Lombardia e pubblicati nella sezione modulistica.


Il rimborso sarà effettuato mediante accredito della somma sul c/c bancario o banco posta indicato dal richiedente.In assenza di tali indicazioni il rimborso sarà effettuato mediante spedizione di "assegno di bonifico" non trasferibile e il relativo importo sarà diminuito della spesa di invio a mezzo di raccomandata A/R.

Non è riconosciuto in alcun caso il rimborso della tassa automobilistica regionale di circolazione.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto: