Titolo Consiglio: Il risparmio viaggia online?

Visualizza tutti i Consigli di admin
Ormai viaggiare non è più un lusso che si possono concedere solo pochi. Anzi. Sono sempre più numerosi gli italiani che decidono di organizzarsi una vacanza da sé e senza affidarsi ad agenzie o ad intermediari: precisamente quasi il 41% provvede direttamente alla prenotazione e uno su cinque ricorre alla rete. Una tendenza che ha già   il destino segnato: il valore delle vendite on line legate ai viaggi e al turismo dovrebbe raggiungere nel 2008 il 3,4 miliardi di euro con una crescita del 28% delle vendite relative al turismo nell ' e-commerce B2c nel 2008 rispetto al 2007. Questi sono i dati ricavati da uno studio condotto dall ' Osservatorio B2c della School of Management del Politecnico di Milano e Netcomm.

I viaggi economici, quelli low cost per intenderci, hanno pertanto grande successo: questo è dovuto dal boom dei voli low cost e da quelle formule chiamate “Pacchetti vacanza” che offrono viaggi e soggiorni a prezzi davvero competitivi.

E ' dunque il risparmio la chiave del successo di molte compagni aeree, di molti tour operator, di note catene alberghiere: oggi l ' utente medio non vuole privarsi di viaggiare, vuole spendere poco ma non rinunciare assolutamente alla vacanza magari anche oltreoceano soggiornando in un albergo decoroso. Requisiti soddisfabili tanto che molti alberghi internazionali si stanno adeguando attrezzando le proprie strutture alla nuova filosofia o creando ex novo hotel senza fronzoli e stanno nascendo in tutto il mondo alberghi e strutture adatta per ospitare che ama viaggiare a prezzi contenuti ma senza perdere d ' occhio la qualità  .

Quali garanzie e diritti

Comprare un viaggio sul web comporta certamente delle cautele e richiede maggior attenzione sul fronte dei pagamenti. Ci si puà ² domandare se l ' acquirente dei viaggi via web abbia le stesse garanzie e gli stessi diritti di colui che compra il viaggio in maniere tradizionale, recandosi in agenzia viaggi.

La risposta è sì. Il contratto stipulato tramite internet deve contenere i medesimi elementi previsti per quello in formato cartaceo. Non solo. Entrambi i tipi di contratto sono sottoposti alla medesima cautela normativa; in più, oltre a quanto stabilito dagli articoli 82-100 che disciplinano i servizi turistici venduti e offerti sul territorio nazionale da tour operator o agenzie, gli acquisti dei pacchetti via web sono soggetti anche alla normativa sui contratti a distanza (Codice del consumo, articoli 50-61). A tale proposito, anche chi prenota un viaggio on line ha il diritto di ricevere il contattato cartaceo: se l ' operatore turistico che vende il pacchetto in rete ha sede nella Ue il requisito della forma scritta e della sottoscrizione puà ² essere soddisfatto tramite invio di un documento cartaceo o di un documento informatico con firma digitale.

Per quanto riguarda il diritto di recesso della vacanza la prima cosa da fare è sempre quella di leggere attentamente il contratto in forma integrale e comunque la legge prevede che il consumatore possa avvalersi del diritto di ripensamento esercitando entro dieci giorni lavorativi dalla data di sottoscrizione inviando una raccomandata a/r alla sede del venditore senza che debba essere pagata alcuna penale.

Per quanto riguarda le penali da pagare per la disdetta della vacanza, nei viaggi last minute quindi prenotati sul web, si rischia di vedersi trattenuti una penale in caso di disdetta. Se si annulla un viaggio aereo di norma le compagnie tradizionali danno la possibilità   di cambiare data e quindi di cambiare il biglietto, le compagnie low cost no. Gli alberghi di solito danno la possibilità   di disdire anche fino al giorno prima mentre per i pacchetti vacanze dipende dalle condizioni di contratto.
SEGUI IL LINK PER VISUALIZZARE OFFERTA:
Contatto: